Rossit inarrestabile, bronzo al Grand Prix di Lignano

Questo fine settimana, sabato 19 e domenica 20 marzo nel PalaBellaItalia a Lignano Sabbiadoro si è tenuto il 26° Trofeo Internazionale di Judo Alpe Adria, prova valida per i Grand Prix nazionali U18 e U21. Per la nostra squadra nella giornata di sabato, seguiti dal maestro Gianni Maman, sono saliti sul tatami Simone Casetta 60kg e Carolina Elisa Zilioli 70kg. Simone Casetta, classe 2007, alla sua prima esperienza in un Grand Prix non supera il primo incontro; si fa valere Carolina Elisa Zilioli che conclude la competizione al settimo posto incontrando in tutti e quattro gli incontri delle atlete di livello.
Domenica hanno calcato il tatami di Lignano i nostri U21: Giulia Boscaia 63kg, Edoardo De Bettin e Nicolò Rossit entrambi nella categoria 60kg, Mattia Tomaselli 73kg, Martin Tomasella 73kg, Marco Da Dalt 81kg. Settimo posto per la 63kg Boscaia: non supera il primo incontro fermata da un’atleta Slovena (vincitrice della categoria) vince il primo incontro di recupero contro Kunevych (UKR) e si ferma nuovamente di fronte alla Slovena Ograjensec. Bloccati al secondo incontro i nostri 73kg, Tomaselli riesce a farsi valere portando a casa un incontro di recupero e classificandosi al settimo posto. Splendida performance quella di Marco Dalt, al suo primo anno nella classe U21 si dimostra all’altezza della competizione: dopo aver superato brillantemente l’alteta Sloveno Krotko Oli e Resti Riccardo (Izumo Sport), si arrende a Bellini Alessandro (Centro Scuole Judo); affronta positivamente due incontri di recupero e cede davanti a Martin Andrea (Shidokan 2018) nella finalina classificandosi al quinto posto.
Di livello le performance dei nostri scudieri dei 60kg, De Bettin si dimostra in ottima forma contro Gerlando Daniele (Budo Semmon Gako) in seguito ha la meglio anche su Mariotti Nicolò (Samurai Jesi- Chiaravalle), cede contro Converso (Centro Scuole Judo). Negli incontri di recupero scavalca Iamundo (Judo Vanzago) e conclude la competizione al quinto posto dopo aver incontrato il compagno di squadra Rossit. Inarrestabile Rossit, testa di serie numero uno per questa competizione dopo il bronzo del Grand Prix Piemontese, conclude al terzo posto una gara avvincente. Subito bloccato dallo Svizzero Batsiev non si perde d’animo e affronta a testa alta gli incontri di recupero mettendo al tappeto per ippon in ordine: Waizenegger (SUI), Springer (SUI), il compagno De Bettin e nella finalina per la medaglia di bronzo, Calvino (Skorpion Team Eboli).

Condividi

Leave a Reply

  

  

  


3 − = 1