Campionati Italiani Cadetti 2019

Lido di Ostia, Roma 2 e 3 marzo 2019

Nel fine settimana appena trascorso, al Palafijlkam a Lido di Ostia, si sono svolti i Campionati italiani della classe cadetti. Il nostro Dojo scende nel Lazio con quattro atleti: i “veterani” Nicolò Rossit -55kg e Giulia Boscaia -63kg per l’ultimo anno nella classe cadetti, e le nostre cinture verdi alla loro prima esperienza, Riccardo De Marin -90kg e Chiara Camilot -52kg.

Sabato hanno combattuto le categorie maschili: il risultato non è quello che sperava Nicolò Rossit che viene fermato al primo incontro dopo una leva. Un vero peccato, dopo delle buone prestazioni in questi mesi di preparazione, si blocca con un avversario indubbimente alla sua portata. Conosciamo le competenze e la passione di Nicolò e siamo sicuri che una gara sbagliata non comprometterà i suoi obbiettivi, la sua costanza e il suo impegno. Ad maiora!

Buona la prestazione di Riccardo De Marin, alla sua prima esperienza in un Campionato Italiano tira fuori la grinta che lo caratterizza e non si fa tradire dall’emozione, si ferma dopo 3 ottimi incontri. La strada è ancora lunga e probabilmente in salita ma la direzione è indubbiamente quella giusta.

img_9541

Domenica hanno combattuto le nostre ragazze. Giulia Boscaia arrivava da un periodo poco positivo ma al primo incontro si è capito che la giornata era buona, un ippon le fa chiudere l’incontro con determinazione. Dura poco anche il secondo combattimento: wazari e ippon dopo l’immobilizzazione. Al terzo incontro Giulia si trova di fronte un’atleta che conosce bene e che l’ha già battuta in passato, perde lucidità e scende sconfitta. Al primo turno di recupero si scontra con una forte atleta Torinese, combatte ma al termine dei 4 minuti l’avversaria è in vantaggio di wazari. Si chiude così la competizione di Giulia che finisce undicesima.

Chiara Camilot affronta per la prima volta un Campionato Italiano, primo anno nella classe cadetti, si ferma al primo incontro ma non senza lottare. Brava Chiara per l’atteggiamento che può fare la differenza quando il bagaglio tecnico ed esperienziale sarà cresciuto. Avanti così!

Oggi è lunedì e si torna in palestra a lavorare, “non come chi vince sempre, ma come chi non si arrende mai” questa è la dedica ai ragazzi dal tecnico Gianni Maman.

 

Leave a Reply

  

  

  

%